Tesi matta & disperatissima

12 Nov

Ogni tanto mi torna in mente la faccia sconvolta di quella mia amica che diede l’esame di letteratura inglese sul regionale Torino-Aosta. Promossa a pieni voti. Sia lode alle ferrovie dello Stato.

Ora, però, è il mio turno. Ieri l’altro, in un impeto di disperazione (erano quasi le 20.30, tanto per capirci), ho sostenuto una brillantissima revisione del mio progetto di tesi… comodamente seduta su uno scalino in Via Verdi. Mentre intorno impazzava il Torino Film Festival.

Voglio dire. E’ ovvio che, all’ora in cui le persone normali di solito fanno cena, la tizia arcigna delle pulizie decida di sbatterti fuori dall’aula. Armata di scopa. E chiudendo il cancello dietro di te.

Cose che accadono solo a Palazzo Nuovo.
Speriamo almeno che porti bene.
Come alla mia sconvolta amica del treno.

Annunci

15 Risposte to “Tesi matta & disperatissima”

  1. ioodio novembre 12, 2006 a 12:19 pm #

    quella dell’amica che fa l’esame sul treno ce la devi spiegare meglio. giuro che sono curioso.

  2. sw4n novembre 12, 2006 a 3:28 pm #

    Dai che porta bene… Dovesse andare male posso illustrarti dove puoi ficcarle la scopa… 😀

  3. anonimo novembre 12, 2006 a 3:52 pm #

    In questo caso sia lode alla donna delle pulizie!
    Ponza

  4. SujuBombastik novembre 12, 2006 a 5:02 pm #

    Grazie per la visita
    Vieni a mettere il tuo compleanno au Galendario Gombreanni, cosi ti faremo gli auguri e molti di noi sicuramente ti invieranno moltissimi pensierini e regali
    Ovviamente puoi usarlo anche per i compleanni dei tuoi amici e conoscenti
    Suju

  5. gisgis81 novembre 12, 2006 a 6:22 pm #

    Suju, ma certo! Ora corro a iscrivermi!

  6. anonimo novembre 13, 2006 a 12:22 pm #

    potresti proporre di discutere anche la tesi sul gradino!!

    #Là#

  7. anonimo novembre 13, 2006 a 12:51 pm #

    Non preoccuparti Gis, la malinconia è uno stato passeggero. Almeno spero!
    In definitiva sto bene, anche se a volte le cose vorrei andassero diversamente.
    Il coraggio è proprio quello che ci vuole 😀 Un bacio forte forte!!

  8. anonimo novembre 13, 2006 a 12:51 pm #

    ZibMisia chiaramente. Ormai è diventata una barzelletta il fatto che dimentico di firmare 😉

  9. ale1982 novembre 14, 2006 a 12:56 am #

    In che senso diede l’esame sul treno?ALE

  10. anonimo novembre 15, 2006 a 2:11 pm #

    Questa del treno devi raccontarla assolutamente.
    Uh my GAD (come dice la mia prof d’inglese), Boscolo il tremendo?? Ma Boscolo non era il suo nome anagrafico, vero???

    Stefano Gallagher

  11. mumita novembre 15, 2006 a 3:57 pm #

    Il giorno della laurea ho trascorso tutta la mattinata sui gradini d’ingresso dell’università…colpa dello spostamento al pomeriggio della mia sessione, e poi è andato tutto benissimo…a me ha portato bene1

  12. anonimo novembre 15, 2006 a 10:21 pm #

    In effetti capitano cose strane in via verdi…a me capita di seguir lezione! Il che è un evento straordinario… 😉

  13. gatita71 novembre 16, 2006 a 2:27 pm #

    dai dai che porterà bene!!!

    almeno avrai qualcosa di gustoso da raccontare sulla tua tesi, invece che le solite storie di attese fuori dall’aula, di nonne e zie in trepidante attesa.. vuoi mettere??

  14. anonimo novembre 18, 2006 a 10:02 pm #

    Da noi le tizie delle pulizie sono ex genti dl KGB. NESSUNO osa contraddirle. Dentro a quei secchi ci sono sostanze atte a far sparire qualsiasi tipo di cadavere…

    BRRR….!!!

  15. granatavero settembre 15, 2007 a 12:37 am #

    Ciao, io sono un tuo ex-compagno di università. Oddio, ex-compagno…Non ci siamo mai parlati 🙂
    Sono finito per caso sul tuo blog e mi hai fatto prendere un attacco di nostalgia quando hai ricordato l’esame dato in treno!!! Anch’io diedi l’esame quella mitica sera tra Ivrea e Torino.
    Praticamente successe che c’erano troppi iscritti a un appello, e la facoltà chiuse verso le 18. Visto che i professori prendevano il treno per tornare a Torino come molti studenti, pensarono bene di proseguire gli esami in treno. Fu un esperienza fantastica 🙂
    Dopo, se mi ricordo, vado a tirare fuori il libretto e scovo la data…si potrebbe istituire “San Treno” 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: