Prigionieri @ Work

21 Giu

Ero convinta che la sorte peggiore, per la stagista "tipo", fosse quella di restare in ostaggio in redazione a finire le slide per il super-mega-capo. Ebbene, mi sbagliavo. Il super-mega-capo, nella maggior parte dei casi, abbaia ma non morde.

Il fattore che dovrebbe essere sempre considerato con maggiore attenzione, in realtà, è il clima. Perchè il super-mega-capo, magari, fa un’alzata di spalle e se ne torna nel suo ufficio. Un leggendario nubifragio tre minuti prima del rituale timbraggio del cartellino, invece, è un’eventualità a dir poco… tediosa!

Ieri, alle 18.00 in punto, è scoppiato praticamente il Diluvio Universale 2 – La Vendetta. Con tanto di tuoni, chicchi di grandine grossi come popcorn, e folate di vento che si vedevano a occhio nudo. Sembrava di essere dentro Matrix – non la marca dei prodottini per capelli, ma quello con Neo che schiva i proiettili al rallenty.

Ci sono momenti in cui la mia stilosissima e luminosa scrivania, posizionata a pochi metri dalla finestra con vista sul Po… beh, diventa improvvisamente inquietante. Soprattutto quando la gente all’esterno comincia ad arrancare con l’acqua fino alle ginocchia.

A quel punto, ti guardi intorno. E vedi gli occhi gioiosi degli altri, che erano già pronti a fuggire alla velocità della luce. E che scoprono, guarda caso, di essere orfani dell’ombrello. Poi ti volti verso lo schermo e pensi: "Massì, almeno il computer non mi tradirà. Quasi quasi scrivo qualcosa sul blog, eheheh….".

E invece no! L’acqua entra dove non deve, in qualche bugigattolo remoto dell’azienda. La rete salta e, al posto della freccia del mouse, compare quella sottospecie di palla rotante sintomatica di un iMac inesorabilmente bloccato. Allora inizi a maledire il sistemista. Anche se questa volta, palesemente, non può essere colpa sua.

Un lampione, sulla via, oscilla pericolosamente qualche metro sopra la macchina fiammante di una collega-che-conta. La quale spia, con malcelata ansia, oltre il vetro. E tu, vorresti tapparti gli occhi e le orecchie. O occultarti dietro il refrigeratore dell’acqua. Dimenticandoti che (ehm…) il refrigerotre dell’acqua è trasparente!

Annunci

9 Risposte to “Prigionieri @ Work”

  1. anonimo giugno 22, 2007 a 1:58 pm #

    torni a scrivereeeeeee!!!!siiiiii!!!
    NorskElena

  2. signorponza giugno 23, 2007 a 10:02 am #

    Potevi approfittare di questa prigionia forzata per finire le slide del capo, no? 😀 Oppure portarti avanti e creare delle slide per il capo per la prossima occasione. Oppure convincere la collega-che-conta a uscire in strada per spostare la propria macchina e approfittare per prendere il suo posto. 😛

  3. dontyna giugno 23, 2007 a 11:28 am #

    Ecco, in casi come questi avrei impugnato la mia digitale e scattato foto alla faccia ansiosa della “collega-che-conta”! 🙂
    In giorni di sole però non deve essere mica male la vista dal tuo ufficio…

  4. Glisbille giugno 23, 2007 a 2:16 pm #

    Già….w il week-end…anche se per adesso….mi tocca studiare come gli altri giorni!
    Baci

    Gi

  5. anonimo giugno 24, 2007 a 6:10 pm #

    … Pink-aggeddon… AL CINEMA!

    Fab

  6. anonimo giugno 24, 2007 a 10:58 pm #

    Maccerto che puoi piazzarlo sul desktop…!!!
    Grazie di esser passata di là!
    DaNi

  7. anonimo giugno 25, 2007 a 9:03 am #

    Ciao Gis!
    Anke tu alle prese col diluvio universale?! Ti sono piaciuti i fuochi di ieri sera? Scommetto che eri in mezzo alla folla.. dai.. su col morale.. il sole sembra essere tornato. Ma come sei messa a punture di zanzare? Io, stranamente, non ho ancora iniziato a grattarmi.. nella mia zona non sono ancora comparse.
    La cucina si chiama Orme, è della Home Cucine, ed è il color BANANA, ecco perché la chiamiamo così.
    A presto!
    Vin
    Scrivetemi!

  8. MrGallagher giugno 25, 2007 a 2:09 pm #

    Bé, tempismo perfetto! Si, ho cambiato template perché mi dicevano che l’altro era sempre…come dire.. “sbagasciato”, anche se pure questo mi sa che non scherza, sarà colpa della manutezione perpetua di splinder?
    Dai quanta speranza c’era che il lampione cadesse sulla macchina-che-conta? 😉

  9. anonimo settembre 27, 2007 a 6:59 pm #

    bel blog, complimenti! soprattutto perchè… io adoro il rosa!! e poi quello che scrivi mi fa troppo ridere! 6 simpatica!! ciao susy

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: